Home > Da sapere su Tokyo > Informazioni per il viaggio

Inizio del testo principale.

Informazioni per il viaggio

Clima

Trovandosi in una zona temperata, Tokyo gode di un clima mite relativamente caldo tutto l'anno. In estate, però, quando la temperatura e l'umidità aumentano notevolmente, l'area può essere colpita da tifoni, mentre l'inverno è caratterizzato da aria secca e cieli tersi. Le isole Ogasawara, a circa 1000 km da Tokyo, fanno parte della zona subtropicale e il clima è sempre caldo.

Primavera (marzo-maggio)

A marzo ci possono essere giornate fredde in cui è preferibile indossare un cappotto pesante, ma a maggio, quando il verde è già rinato, la temperatura aumenta e durante il giorno si può stare anche a maniche corte. Nonostante al mattino e alla sera faccia ancora piuttosto freddo, il clima in questo periodo è generalmente mite e, come dimostrano i tanti turisti che affollano le mete più note, le molte giornate serene e poco umide sono l'ideale per stare all'aperto.

Estate (giugno-agosto)

L'estate è il periodo più caldo dell'anno. Dalla fine di giugno a metà luglio si verificano abbondanti precipitazioni e notevole aumento dell'umidità. Terminata la stagione delle piogge, a luglio e agosto spesso la temperatura supera i 30°C o, quando le giornate sono particolarmente afose, i 35°C. Ad agosto capita di frequente che la temperatura non scenda sotto i 25°C nemmeno di notte, rendendo difficile il sonno.

Autunno (settembre-novembre)

 A settembre la temperatura durante il giorno può ancora superare i 30°C e a ottobre possono arrivare dei tifoni. In generale, però, sia la temperatura che l'umidità cominciano a scendere rispetto ai valori estivi e da questo punto di vista le giornate sono più piacevoli e il cielo più terso. Dalla fine di ottobre, le foglie degli aceri nella zona di Okutama iniziano a cambiare colore offrendo uno spettacolo di rara bellezza.

Inverno (dicembre-febbraio)

La temperatura è rigida e anche a Tokyo può capitare che nevichi. Il sole tramonta tra le 16:30 e le 17:30 e perciò le ore di luce sono poche. Il clima varia notevolmente a seconda della zona: mentre nelle isole Ogasawara la temperatura si aggira attorno ai 20°C anche in pieno inverno, nell'area di Okutama nevica piuttosto abbondantemente.

Mezzi di trasporto

La rete dei mezzi di trasporto pubblici a Tokyo è molto avanzata e consente di muoversi in modo agevole e sicuro. Per ottimizzare al massimo i tuoi spostamenti, controlla la cartina per il percorso e le informazioni sui vari tipi di biglietto.

Info sui mezzi pubblici

Poste e telecomunicazioni

Servizio postale

La posta affrancata va imbucata in una cassetta postale. Presenti anche in alcuni "conbini" (convenience store), quelle più diffuse sono rosse e hanno due aperture, una per la posta di dimensioni standard e una per le buste po' più grandi e le consegne celeri o internazionali. I francobolli si possono acquistare negli uffici postali, nei chioschi delle stazioni e nei "conbini". Se non sai qual è l'affrancatura giusta o se ciò che vuoi spedire è troppo grande per la cassetta, rivolgiti a un ufficio postale.


Per gentile concessione di Japan Post Co., Ltd.

Posta per il territorio nazionale

Costi di affrancatura e spedizione sul territorio giapponese:

◆Prezzi (aggiornati a Aprile 2014)

Cartoline 52 Yen
Buste standard fino a 25 g 82 Yen
fino a 50 g 92 Yen
Buste di media grandezza fino a 50 g 120 Yen
fino a 100 g 140 Yen
fino a 150 g 200 Yen
fino a 250 g 250 Yen
fino a 500 g 400 Yen
fino a 1 kg 600 Yen
fino a 2 kg 870 Yen
fino a 4 kg 1,180 Yen

Posta per l'estero

L'affrancatura per le cartoline da spedire all'estero è di 70 Yen indipendentemente dalla destinazione. Le tariffe per il resto del materiale postale variano a seconda dell'area di destinazione.
Il paese di destinazione va indicato in stampatello dopo l'indirizzo completo del destinatario e sottolineato.

◆Prezzi (aggiornati a ottobre 2012)

Cartoline

70 Yen

Buste standard fino a 25 g 90-130 Yen
fino a 50 g 160-230 Yen
Buste di media grandezza fino a 50 g 220-300 Yen
fino a 100 g 330-480 Yen

Posta per l'estero

L'affrancatura dei pacchi varia a seconda della destinazione. In caso si decida di spedire per nave, il tempo di consegna è sicuramente maggiore ma la tariffa è chiaramente inferiore. Per pacchi pesanti che non hanno urgenza di essere consegnati subito, la spedizione per nave resta la migliore soluzione anche da un punto di vista economico. Altre soluzioni per l'invio di posta all'estero sono il servizio espresso EMS oppure il servizio di posta SAL che per tariffe e tempi di consegna si colloca a metà strada tra la posta aerea e la posta di superficie; tutte queste soluzioni offrono una vasta scelta che può soddisfare tutti i bisogni e le richieste.

◆Prezzi (aggiornati a ottobre 2012)

Libri, pacchi piccoli
(fino a 2 kg)
* Il servizio SAL è disponibile solo in alcuni paesi.
fino a 100 g 190-290 Yen
fino a 500 g 750-1,250 Yen
fino a 1 kg 1,450-2,450 Yen
fino a 2 kg 2,150-3,650 Yen

 

Telefoni

Telefoni pubblici

A Tokyo i telefoni pubblici si trovano per le vie cittadine e nelle stazioni. Ve ne sono di due tipi: a monete o scheda telefonica o solo a scheda. Le schede telefoniche si possono acquistare dai rivenditori nelle stazioni e nei convenience store (piccoli supermercati aperti a orario continuato). Da qualunque tipo di telefono è possibile effettuare chiamate urbane ed extra-urbane.

Telefoni pubblici digitali (es.)
phone

Telefoni pubblici analogici (es.)
phone
Per gentile concessione di NTT WEST

Telefonare all'estero da un telefono pubblico

Nel caso si vogliano effettuare chiamate all'estero da un telefono pubblico è necessario utilizzare un telefono grigio che riporti la scritta "International&Domestic Card/Coin Telephone" (Telefono a monete/scheda internazionale o locale). Se si utilizzano schede prepagate, si possono effettuare chiamate locali o internazionali da quasi tutti i tipi di telefono pubblico. Queste schede prepagate, come le comuni schede telefoniche, si possono acquistare dai rivenditori nelle stazioni o nei convenience store. Le telefonate con carta di credito sono effettuabili dai telefoni con la scritta "International&Domestic Phone" (Chiamate locali e internazionali). Inserendo 100 yen (che vengono poi restituiti una volta terminata la telefonata) è possibile digitare il numero di accesso della compagnia telefonica che si intende utilizzare.

telephone card

Telefonia mobile

Eccetto i telefoni satellitari, in Giappone i cellulari stranieri non funzionano. Negli aeroporti e in città è però possibile noleggiarne uno da utilizzare con sistema a prepagamento, che permette di effettuare chiamate in base alla somma pagata. Oppure si può scegliere una scheda SIM esclusivamente per il Giappone e prepagata.

cdma

SmartPit

Se la scheda prepagata per chiamate internazionali è compatibile con il sistema di pagamento SmartPit, potrai ricaricarla in modo facile e conveniente nei "conbini" (convenience store) convenzionati.E per una sicurezza in più, le indicazioni e la guida sonora per le modalità di ricarica sono in varie lingue.

Internet (Wi-Fi)

Le zone con LAN wireless a Tokyo sono in continua espansione nei caffè, nelle stazioni, negli aeroporti e in molti luoghi pubblici, dove puoi connetterti in rete ad alta velocità. Nei maggiori hotel della città, ogni stanza dispone di un jack per computer, quindi se ne hai uno con te, potrai connetterti a internet in qualsiasi momento. In alcuni hotel, inoltre, si possono utilizzare i computer messi a disposizione nell'atrio per agevolare anche chi non ha un PC con sé. Ci sono anche moltissimi internet cafè che soddisfano ogni esigenza in fatto di connessione.
Le tastiere dei computer sono tutte con caratteri giapponesi e alfabetici. 

Voltaggio elettrico

In Giappone il voltaggio elettrico è di 100V, 50/60Hz. Le spine sono di tipo A a 2 poli. Per utilizzare apparecchi elettrici portati dall'estero sono necessari un trasformatore di corrente e un adattatore elettrico.

Denaro

Valuta

La valuta giapponese è lo yen. Le banconote sono in quattro tagli e le monete in sei coni. (aggiornato a ottobre 2012.)

Banconota da 10.000 Yen
10,000Yen 10000yen
5,000Yen 5000yen
2,000Yen 2000yen
1,000Yen 1000yen
Moneta da 500 Yen
500Yen 500yen
100Yen 100yen
50Yen 50yen
10Yen 10yen
5Yen 5yen
1Yen 1yen

Banche, uffici postali, sportelli automatici nei convenience store

Gli sportelli bancari sono aperti dalle 9:00 alle 15:00 e le sedi della Japan Post Bank (presso gli uffici postali) dalle 9:00 alle 16:00 (in alcuni casi fino alle 18:00) nei giorni feriali. L'orario per gli sportelli automatici (ATM etc.) varia a seconda della sede, delle operazioni e del tipo; con quasi tutti gli sportelli del circuito Seven Bank si può prelevare contante 24 ore su 24.

Come usare gli sportelli automatici ATM

In caso si voglia prelevare denaro da un ATM (Automated Teller Machine), bisogna tener presente che questi sportelli automatici molto frequentemente non accettano carte di credito o tessere Bancomat emesse all'estero. Gli ATM degli uffici postali Japan Post Bank, invece, supportano sia carte di credito che Bancomat e l'interfaccia del servizio automatizzato è disponibile anche in inglese. Accanto o direttamente sugli sportelli automatici si possono vedere la scritta "International ATM Service" (Servizio ATM internazionale) e gli adesivi con il logo VISA, VISA Electron, PLUS, MASTERCARD, Maestro, Cirrus, American Express, Diners Club International, JCB, China UnionPay e DISCOVER.

ATM

※ I dati relativi al saldo non sono disponibili.

※ L'utilizzo può comportare l'addebito di commissioni.

Con gli sportelli ATM del circuito Seven Bank nei convenience store Seven Eleven si possono utilizzare carte di credito e tessere Bancomat rilasciate all’estero. Il servizio di assistenza vocale e su schermo è in inglese, coreano, cinese o portoghese, così come la ricevuta. È possibile anche fare prelevamenti con carta di debito.

ATM
Modello ATM aggiornato a novembre 2012

Le carte China UnionPay sono accettate nei grandi magazzini e negli ipermercati di elettronica ed elettrodomestici di Tokyo e permettono di prelevare contante con gli sportelli ATM Japan Post Bank, Seven Bank, Bank of Tokyo-Mitsubishi UFJ e Sumitomo Mitsui Banking Corporation.

Cambio

La valuta straniera si può cambiare in yen presso le banche e i negozi che espongono la scritta "両替商(Authorized Money Changer)". Il tasso di cambio è soggetto all'andamento del mercato finanziario e cambia giornalmente. Anche nella sala degli arrivi dell'aeroporto di Narita e Haneda ci sono sportelli bancari per il cambio, quindi raggiungere il Giappone senza yen non è un problema.

Carte di credito

Le principali carte di credito internazionali come American Express, VISA, MASTERCARD, Diners Club e JCB sono accettate negli hotel e nei principali negozi e strutture e si possono utilizzare anche per acquistare biglietti aerei, biglietti per il treno superveloce shinkansen e per i taxi, anche se non tutti. Estremamente comode, se presentate come documento di identità al momento del check-in in hotel, non sarà necessario depositare cauzioni. Tuttavia, è sempre meglio avere con sé anche denaro contante in quanto non è detto che le carte si possano usare ovunque e, in alcuni casi, solo poche sono accettate.

Traveller's cheque

L'uso dei traveller's cheque è possibile presso le principali banche, hotel, ryokan e grandi negozi.

Tasse

Ci sono tasse che anche i turisti sono tenuti a pagare durante il soggiorno a Tokyo.

Imposta sui consumi

L'imposta sui consumi corrisponde al 8% del prezzo di qualsiasi prodotto. (Aggiornato a Aprile 2014.)

Imposta di soggiorno

L'imposta di soggiorno deve essere corrisposta da chi pernotta in hotel o ryokan a Tokyo spendendo 10.000 Yen o più a notte. Il tasso di imposta varia dai 100 yen, in caso la tariffa di pernottamento sia compresa tra i 10.000 ed i 15.000 yen, ai 200 yen in caso la tariffa sia superiore ai 15.000 yen. (aggiornato a ottobre 2012.)

Duty-free

L'importo totale di qualsiasi acquisto effettuato in Giappone viene determinato dal prezzo base della merce a cui si aggiunge l'8% di tassa sui consumi. Effettuando le procedure previste è però eccezionalmente stabilita per i turisti stranieri l'esenzione da questa tassa sugli articoli acquistati in grandi magazzini, grandi negozi di elettrodomestici, discount store e altre simili tipologie di esercizi.

Chi ha diritto all'esenzione dalle tasse
  • stranieri che si trovino in Giappone da non oltre sei mesi
  • stranieri la cui tipologia di visto riportata sul passaporto sia diplomatica o governativa
    (applicabile anche nel caso la persona si trovi in Giappone da più di sei mesi)
Articoli sottoposti all'esenzione dalle tasse

L'importo totale speso, nell'arco di una giornata e all'interno dello stesso negozio, deve corrispondere ai seguenti valori:

  • (1) beni di consumo durevoli: più di 10.000 yen
  • (2) beni di consumo non durevoli (*): più di 5.000 yen, fino a un massimo di 500.000 yen
    *beni di consumo non durevoli: cibi, bevande, medicinali, cosmetici e simili.
Pratiche per ottenere l'esenzione dalle tasse
  • (1) L'acquirente deve mostrare il suo passaporto (la copia non è valida) al momento dell'acquisto.
  • (2) Al passaporto viene allegato da parte del negozio un tagliando che indica che è stato effettuato un acquisto esentasse destinato all'esportazione (il tagliando viene ritirato alla dogana al momento della partenza dal Giappone).
  • (3) Al momento della partenza dal Giappone bisogna presentare una dichiarazione di acquisto che riporti la volontà dell'acquirente di portare la merce acquistata al di fuori del Giappone.
  • (4) Nel caso di beni di consumo non durevoli è richiesto che il prodotto sia portato al di fuori del Giappone entro 30 giorni dall'acquisto e che sia imballato secondo i modi indicati.
Esercizi commerciali in cui è possibile ottenere l'esenzione dalle tasse

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

-----------------------------------------------------------------------------------------------------
 

Abitudini e buone maniere

A tavola

Buone maniere durante i pasti

In Giappone si considera maleducazione parlare a voce alta, appoggiare i gomiti sul tavolo, fare rumore o alzarsi durante i pasti. Anche passare o prendere il cibo dalle bacchette di altri o infilzare le pietanze non è educato.

Come usare i bastoncini

In origine, i bastoncini erano strumenti sacri per le offerte di cibo alle divinità e usarli in modo appropriato è fondamentale per le buone maniere a tavola.

table
Quando non si utilizzano, oppure a fine pasto, i bastoncini vanno posti uno accanto all'altro con la punta sull'apposito appoggio.

Come tenere i bastoncini

Per tenere correttamente i bastoncini, poggiare quello inferiore tra il dito medio e l'anulare e quello superiore tra l'indice e il medio e poi muovere quest'ultimo aiutandosi con la punta del pollice.
Quando non si usano, o a fine pasto, appoggiarli al poggiabastoncini. 

hashi

Nei santuari e nei templi

Santuari

Prima di passare sotto il torii (portale isolato attraverso il quale si accede ad un santuario scintoista), mettere in ordine il proprio abbigliamento, quindi entrare nel keidai (recinto del tempio). Quando si cammina sul sandō (viale d’accesso al santuario) si deve stare sempre a destra o a sinistra, perchè il centro del sandō è una zona sacra per far passare gli dei. Bagnarsi con la temizu (acqua per lavarsi le mani e la bocca) prendendola dal temizuya (bacile con tettoia). In questo modo si purifica il corpo e la mente prima di proseguire verso il santuario. Una volta arrivati, per prima cosa ci si inchina leggermente, poi si suona il sonaglio, si mette un'offerta (saisen) nella cassetta (saisenbako) e si mostra rispetto o devozione chinando leggermente il capo due volte, battendo le mani due volte e poi chinando di nuovo il capo una volta. Prima di allontanarsi, si fa nuovamente un leggero inchino.

shrine

Templi

Quando si oltrepassa il sanmon (grande portale di ingresso al recinto del tempio) si fa un leggero inchino verso l’edificio principale e, se c’è un temizuya (bacile con tettoia), ci si lava le mani e la bocca per purificarle. Poi si pone un'offerta (saisen) nella cassetta (saisenbako) e, in segno di rispetto o devozione, ci si rivolge con le mani giunte verso il Gohonzon (il budda principale). A differenza che nei santuari scintoisti, non si battono le mani. Prima di allontanarsi, ci si inchina ancora una volta. Alla fine, quando si esce dal sanmon, si fa nuovamente un leggero inchino verso l’edificio principale del tempio.

temple

Mezzi di trasporto

Treni

Quando si aspetta un treno, ci si mette in una delle due o tre file in corrispondenza delle indicazioni che segnalano la posizione delle porte e non si deve oltrepassare la linea gialla sul marciapiede del binario. Giunto il treno, i passeggeri che scendono alla fermata hanno la precedenza e perciò si sale solo dopo che questi sono scesi. Una volta saliti, si procede verso l'interno della carrozza senza sostare in prossimità delle porte, in modo che anche gli altri passeggeri possano salire agevolmente. Sui sedili è bene non occupare troppo posto e, se possibile, il bagaglio va posto nello scomparto portaoggetti in alto o tenuto sulle ginocchia.

train
Per gentile concessione di JR EAST

Posti riservati (Priority Seat)

Su treni, autobus e altri mezzi pubblici, i posti riservati sono quelli per i quali hanno la precedenza anziani, disabili, malati, feriti, gestanti, adulti con bambini piccoli. Questi posti sono chiamati anche "a precedenza" o "d'argento" (per gli anziani).

priority seat
Per gentile concessione di JR EAST

Carrozze per sole donne

La carrozza riservata alle donne si trova nelle linee JR (Japan Railways), ferrovie private e altre linee. La posizione e la fascia oraria di questa carrozza variano da una linea all’altra, ma di solito la fascia oraria è l’ora di punta alla mattina e alla sera, mentre la posizione è solitamente in testa o in coda al treno.

women only
Per gentile concessione di JR EAST

Biciclette

Anche a Tokyo, sempre più turisti scelgono la bicicletta. Per pedalare sicuri, utilizzare, dove possibile, la corsia riservata alle biciclette, o comunque separata da quella per le auto e dai marciapiedi; in ogni caso, tenere sempre la sinistra e non dimenticare di tenersi a lato e che lungo la strada i pedoni hanno sempre la precedenza.

Bagni

In Giappone ci sono bagni in “stile giapponese” e in “stile occidentale”. I bagni “alla giapponese” si usano accovacciandosi rivolti verso la parte sporgente. I bagni “all'occidentale” più moderni hanno anche la funzione di apertura automatica del coperchio, bidet, asciugatura. In entrambi i casi, dopo l’uso, assicurarsi di tirare l'acqua. Nei bagni pubblici può succedere che non ci sia carta igienica ed è perciò consigliabile avere con sé dei fazzolettini di carta. Nei bagni dei ryokan (alberghi in stile giapponese) si entra con apposite pantofole che vanno usate esclusivamente nella toilette.

tiolet

◆Bagni a pagamento

A Tokyo ci sono bagni pubblici a pagamento che, in linea di massima, costano 100 Yen. I bagni, controllati e igienizzati regolarmente, sono puliti e sicuri e in alcuni casi è presente anche personale di sorveglianza.

toilet
Per gentile concessione di Tetsudo Kaikan

Terme e vasche pubbliche

In Giappone c’è la cultura di fare il bagno con altre persone in vasche pubbliche (sento) e onsen. Nelle vasche pubbliche non si indossa il costume da bagno. Alle persone con tatuaggi può essere rifiutato l'ingresso. Bere alcolici prima di fare il bagno è pericoloso e può provocare malori, quindi vi preghiamo di stare attenti. Divertiamoci a fare il bagno osservando le buone maniere. 

Come fare il bagno alle terme (in inglese)

Uso del cellulare

È necessario spegnere il cellulare in alcuni luoghi pubblici, per esempio al cinema e nei musei, negli ospedali e in aereo, dove si rischia di provocare interferenze dannose alle apparecchiature elettroniche. Quando prendete i mezzi pubblici, cambiate l’impostazione della suoneria nel modo “manner mode” cioè la vibrazione. In genere, vicino ai posti riservati (Priority Seat), si deve spegnere il cellulare per evitare di disturbare un eventuale pace-maker con interferenze.

Fumo

In alcuni quartieri e zone di Tokyo, in particolare per le strade, nelle piazze, nei parchi e in tutti i luoghi pubblici affollati, è vietato fumare e gettare in terra lattine o mozziconi di sigaretta. In caso di infrazione, a seconda del quartiere si può essere multati. Ultimamente sono sempre di più gli hotel e i locali come caffè e ristoranti in cui non si può fumare. I fumatori possono però fumare negli spazi designati.

Esempio di regolamentazione (aggiornato a maggio 2017)

  • Chiyoda-ku
    Per la strada e in altri luoghi designati è vietato fumare, pena un'ammenda di 2.000 yen.
  • Shinagawa-ku
    Vietato fumare all'aperto nei pressi della stazione di Osaki, Gotanda, Oimachi Musashi-koyama e Aomono-Yokocho, zone designate per la promozione ambientale.
    In caso di infrazione, multa di 1000 Yen.

Scale mobili

Non ci sono regole precise, ma quando si sale sulle scale mobili nelle stazioni o in luoghi affollati a Tokyo, d'abitudine si tiene la sinistra in modo che chi ha fretta possa salire più velocemente. Le scale mobili, però, non sono progettate per la salita a piedi, quindi si consiglia di restare fermi sulla sinistra.

download Adobe Reader

Some of the publications on this site are in PDF format. To view them, you will need to have Adobe Acrobat Reader. Please click the graphic link to download Acrobat Reader.

La ricerca sul pernottamento è in inglese.
Ricerca in inglese